ACCADDE … DOMANI

Questo piccolo spazio, nel nostro sito, è riservato a quella che, appunto, alcuni chiamano La Piccola Storia, quella che a volte può anche non finire nelle grandi pubblicazioni, nelle Opere Omnia, ma che comunque contrassegna la vita di tutti i giorni, la storia che narra quello che …ACCADDE DOMANI

24/aprile/1945
Entrano in Argenta le truppe alleate dell’VIII Corpo di armata. Superato il Po di Volano, vengono accolte da una folla esultante a San Giorgio. Raggiungono così il centro di Ferrara, dove sono ricevute dal Comitato di Liberazione nazionale.

23/aprile/1259
Si corrono a Ferrara le prime corse del Palio, sembra istituzionalizzate poi nel 1279.

23/aprile/1922
Si comincia a parlare delle novità archeologiche di Valle Trebba, che porteranno poi alla scoperta della necropoli etrusca di Spina

22/aprile/1516
Il Cardinale Ippolito d’Este finanzia completamente la stampa della grande opera dell’Ariosto, l”Orlando Furioso”,pur non dando all’opera una grande importanza,anche infarcita come era di elogi e onori per la casa d’Este. Del resto, l’Orlando non portò all’autore soverchi onori, sicuramente inferiori a quelle che erano le aspettative di Ariosto. Un’altra importante stampa dell’opera fu quella fatta da Francesco Rosso di Valenza il primo ottobre del 1532.
21/aprile/1452
Inizia la storia della Certosa monumentale di Ferrara, infatti è questa la data della posta della prima pietra. Nel collegato tempio di San Cristoforo, lavora anche Biagio Rossetti, nell’ambito del suo stupefacente progetto di innovazione urbanistica. Dopo la partenza dei Padri Certosini, si inizia  a seppellire i morti nei prati vicini.
20/aprile/1018
A questa data risale la più antica traccia documentale di Codigoro.L’Abate Pietro concede ai residenti codigoresi in enfiteusi, ossia in godimento in cambio di un canone e con l’impegno di ben governarle, alcune terre dell’isola Pomposiana. Tale contratto viene steso”.. in luogo detto Goro situato sul fiume Po di Volano”, ossia Codigoro.
19/aprile/1544
Evidentemente la non educazione viene da lontano: con una disposizione ducale, fu “proibito il passeggiare per le chiese mentre si celebrano le messe e i divini offizzi, sotto pena d’uno scudo per volta, ovvero di un tratto di corda a chi non poteva pagarlo, rimanendosi in tal forma a un’indecenza scandalosa nella casa di Dio…”
18/aprile/1948

Si tengono a Ferrara le prime elezioni politiche della Repubblica:questi i risultati: Fronte democratico popolare  ottiene il 56,22 %,poi la D.C. con il 28,27 % e Unità Socialista con il 9,56 %.
18/aprile/1489
Una falla si apre nell’argine del fiume,e i territori del Barco vengono allagati, e le acque arrivano “insino all’orto di frati di Angeli et per Ferrara correva per le strade l’acqua del Po”. La famiglia del Duca si impegnò moltissimo per sostenere il popolo in questo frangente.

17/aprile/1177
Rolando Bandinelli, ossia Papa Alessandro III e l’ imperatore Federico Barbarossa organizzano a Ferrara il Congresso sella Lega Lombarda.Il Pontefice arriva in città con un corteo sontuosissimo. Il congresso chiuderà i suoi lavori il 9 maggio. 
15/aprile/1205
Il corso del Po di Primaro, ad Argenta, era regolamentato da un catenone che era vincolato al famoso “pietrone”. Tale masso verrà trasportato a Ferrara di fronte al Duomo, vicino alla pietra della berlina,ove veniva punito a quel tempo chi non onorava i propri debiti.
14/aprile/1857

Si completa il lavoro di prosciugamento della fossa che circonda le mura cittadine: l’opera, voluta dal rappresentante del Pontefice, Pietro Gramicia, era finalizzata al miglioramento delle condizioni igieniche di tutto l’abitato.
14/aprile/1952
Viene inaugurato il motovelodromo di via Porta Catene con li centro per l’addestramento al ciclismo su pista.
13/aprile/1943
Portomaggiore subisce un pesantissimo bombardamento dalle tristemente famose “fortezze volanti”,che provoca circa mille morti e distrugge circa il 75% delle costruzioni.
13/aprile/1952
Per qualche settimana Ferrara è pervasa dalle paura di un”mostro”,che aveva ucciso un ragazzo di appena 13 anni, nella zona tra Porta Romana e S.Giorgio. Dopo qualche decina di giorni viene catturato un giovane pedofilo con conclamati disturbi della personalità.
13/aprile/1919
Il paesino marittimo di Magnavacca, nel comune di Comacchio, cambia nome e diventa Porto Garibaldi, in memoria dello sbarco di Garibaldi del 3 agosto 1849, in località Piallazza.
12/aprile/1936
Iniziano i lavori per la Ferrara-mare, sostenuta dal ministro di Mussolini, il tresigallese Edmondo Rossoni.
12/aprile/1848
Nella dilagante atmosfera risorgimentale si costituisce a Ferrara il gruppo di volontari che prende il nome di Bersaglieri del Po; nasce certamente come espressione di un mondo non popolare, visto che ne fanno parte 155 giovani delle migliori famiglie cittadine, e il coordinatore è il conte Tancredi Mosti. Con gli applausi del popolo,comunque vengono accompagnati a Francolino,ove inizia l’addestramento. Il 16 aprile successivo, si mettono agli ordini del generale Ferrari. Carlo Mayr, sia pur giovanissimo ma già reduce dai moti del 1831,sarà una delle anime stimolanti  del gruppo e verrà poi nominato membro della Costituente.
11/aprile/1912
Viene inaugurato a Pontelagoscuro il ponte in ferro sul fiume Po.
11/aprile/1396
Vengono istallate a Ferrara nella torre dei Leuti, potente famiglia della città,le campane utili alla chiesa di San Paolo che non ne aveva. In seguito, la famiglia si estinse e i beni passarono agli Estensi.
9/aprile/1945
Le truppe alleate invadono la “sacca” di Argenta:questa operazione, molto rischiosa, viene ricordata anche da Winston Churchill nelle sue memorie. Gli scontri violentissimi terminano il 18 aprile, con l’ingresso nella città della VIII Armata inglese.
7/aprile/1815
Gioacchino Murat entra con le sue truppe a Ferrara e si stabilisce all’albergo dei Tre Mori.
7/aprile/1765
Crolla a Gaibana, proprio la mattina della domenica di Pasqua, la torre campanaria della  chiesa parrocchiale. I detriti si abbattono sul tetto e travolgono uccidendole 11 donne del paese.
6/aprile/1924
Grande successo del partito fascista a Ferrara,in occasione delle elezioni politiche; la lista nazionale ottiene 75517 voti, staccando molto il partito socialista che ne raccoglie 1088.
5/aprile/1921
Lo splendido loggiato della palazzina Marfisa d’Este fa da sfondo ad un comizio di Benito Mussolini, che fu definito trionfale dalla stampa di regime.L’opposta parte politica della città,ne prese atto  con indignazione per tutta quella folla sul prato della Marfisa.
5/aprile/1925
Nasce il quotidiano di Ferrara denominato  “Corriere Padano”; le sue pubblicazioni avverranno ininterrottamente fino al 20 aprile 1945.
2/aprile/1908
Si inaugura solennemente la ferrovia che univa Ferrara alla città di Cento. Svolse un onorato servizio, fino alla sua soppressione, avvenuta il 20 luglio 1956. Tale collegamento non fu mai più ripristinato. Cento ,che è sempre stato un centro importantissimo del ferrarese, fu per molto tempo sotto il dominio del Vescovo di Bologna,fino a quando Roderic Lliancol de Borja,poi nominato Papa Alessandro VI, non volle darla  nel 1502  in dote alla figlia sua illegittima Lucrezia Borgia che andava in sposa al Duca di Ferrara Alfonso I d’Este. Ritornò sotto lo Stato Pontificio nel 1598.
1/aprile/1476
Come in alcune situazioni ai nostri tempi, anche allora si giunse a proibire alle donne di andare per la pubblica via ,a viso coperto:questo fu motivato ” per non dare materia a molti cativi di commettere molti delicti come hè sta facto”.La multa prevista era di “lire 25 di marchexini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *