Branle e balli in tondo


I “branle”, dal francese “brandler”, ossia “oscillare, dondolare”, si danzavano già agli inizi del XV secolo. Si tratta di danze a catena, che presentano virtuose oscillazioni dei ballerini da una parte e dall’altra.

  • SCHIARAZULA MARAZULA antica danza che prende il nome dall’omonima musica Rinascimentale composta, originariamente da Giorgio Mainerio (1540ca -1582), sacerdote e maestro di Cappella del Patriarcato di Aquileia, e ricostruita, poi, da Domenico Baronio. E’ tratta dal “Primo libero o libro de’ Balli” e caratterizzata dalla forte rispondenza tra frasi musicali e passi di danza.;
  • BRANLE DE L’OFFICIAL;
  • BRANLE DEI CAVALLI;
  • BRANLE PINAGAY;

Gli ultimi tre balli sono danze di gruppo eseguite in cerchio, inizialmente, di origine popolare, quindi, portate al successo dai nobili delle Corti.